#StayPlasticLess-LifeGate-Best-Western

#StayPlasticLess | Al via la campagna estiva

4 nuovi Seabin di LifeGate per i mari italiani

raccoglieranno 1 milione di tappi di plastica e 150 mila sacchetti di plastica

Per tutta l’estate 2019 chi sceglie Best Western contribuisce all’iniziativa

#StayPlasticLess #bestwesternitalia

www.bestwestern.it/green/


Estate 2019: chi prenota Best Western, pulisce il mare. Per ogni soggiorno effettuato nei 170 hotel in Italia del gruppo fino al 30 settembre, Best Western finanzierà l’acquisto di 4 Seabin di LifeGate, i dispositivi per la pulizia del mare.

Prosegue così l’impegno nella sostenibilità ambientale del gruppo alberghiero che si concentra in questa nuova fase nell’obiettivo della riduzione della plastica nelle strutture affiliate.

Nella recente assemblea degli albergatori Best Western è stato infatti deliberato l’ulteriore impegno del gruppo in StayPlasticLess che avrà un risvolto concreto nell’acquisto dei Seabin di LifeGate.

Il Seabin di LifeGate è un cestino di raccolta di rifiuti che galleggia in acqua di superficie ed è in grado di catturare circa 1,5 kg di detriti al giorno comprese microplastiche e microfibre. Già nei mesi estivi inizieranno le installazioni di quattro dispositivi in altrettanti porti italiani – al momento in fase di definizione: ogni dispositivo verrà inaugurato coinvolgendo le autorità locali, pubbliche e portuali, le strutture alberghiere che partecipano al progetto per dimostrare l’impegno concreto di Best Western nella rimozione della plastica dai nostri mari.

I Seabin di LifeGate contribuiranno all’obiettivo di ripulire il nostro mare, risorsa vitale sia per il bene pubblico sia per il turismo. Per fare un esempio concreto, in dodici mesi i dispositivi raccoglieranno 2 tonnellate di rifiuti pari a 150 mila sacchetti di plastica, 130 mila bottigliette PET da 0,5 l e 1 milione di tappi di plastica.

#StayPlasticLess è l’iniziativa di tutela ambientale di Best Western Italia che nasce nel più ampio ambito di Stay for The Planet: una sfida necessaria abbracciata con grande entusiasmo dagli albergatori che si impegnano a ridurre ricorso e consumo di plastica all’interno delle strutture del network in Italia. In particolare degli oggetti monouso, il cui utilizzo sta soffocando il Pianeta, arricchendo così Stay for the Planet, progetto di sostenibilità ambientale che, forte della sua continuità nel tempo, è indice della solidità dell’impegno di Best Western Italia verso la tematica.

#StayPlasticLess poggia su tre pilastri: formazione e supporto agli acquisti sostenibili, assessment dei comportamenti virtuosi e conseguente calcolo del rating, sensibilizzazione e coinvolgimento degli ospiti nelle strutture. Tutte le informazioni sui progetti di sostenibilità ambientale di Best Western sono online su: https://www.bestwestern.it/green.

#StayPlasticLess_-LifeGate-e-Best-Western-L’isola-della-sostenibilità-è-in-centro-a-Padova

L’isola della sostenibilità è in centro a Padova

#bestwesternitalia   #StayPlasticLess     #LifeGate

Il 30 maggio 2019 Best Western invita tutti i padovani a ripulire il mare dalla plastica contribuendo al progetto LifeGate PlasticLess®.

In piazzetta Pedrocchi dalle 12 alle 23 si pedala per la sostenibilità ambientale. Un’iniziativa Best Western con il supporto di LifeGate per l’acquisto di un dispositivo Seabin LifeGate, il cestino che pulisce il mare.

Best Western sceglie Padova per la sua assemblea dei Soci e con l’occasione veste di “verde” piazzetta Pedrocchi.

Giovedì 30 maggio dalle 12.00 alle 23.00 nello spazio antistante il Caffè Pedrocchi,cittadini e turisti potranno infatti visitare “l’Isola Green” – uno spazio completamente sostenibile e totalmente privo di plastica – e contribuire a diminuire l’impatto della plastica sull’ambiente.

Come? Semplice: pedalando sulle speciali energy bike per supportare Best Western nel progetto LifeGate PlasticLess® che ha l’obiettivo di contribuire alla riduzione della plastica nei mari attraverso l’installazione di Seabin, i cestini gialleggianti che puliscono il mare raccogliendo microplastiche e rifiuti.

Più energia si produce pedalando più si incrementa il contributo per l’acquisto del SeabinLifeGate.

Con Padova, Best Western vuole fare il record e raggiungere immediatamente l’obiettivo!

Grazie all’attività di LifeGate sono già presenti nei principali porti italiani numerosi dispositivi Seabin progettati per raccogliere fino a 500 kg di rifiuti in un anno.

L’Isola Green è solo una delle numerose azioni volute da Best Western Italia all’interno del suo progetto #StayPlasticLess. Best Western Italia non è nuova infatti alle iniziative per la sostenibilità ambientale: dal 2012 anno in cui è diventato effettivo Stay For The Planet – il programma per la sostenibilità ambientale – del gruppo alberghiero, si sono moltiplicate le azioni concrete anche con l’obiettivo di fare cultura ambientale.

Best Western ha 170 hotel in tutta Italia di cui 29 in Veneto e 4 strutture nella città di Padova: Best Western Hotel Biri, Best Western Plus Hotel Galileo Padova, BW Signature Collection Hotel Patavium e Best Western Plus Net Tower Hotel Padova, struttura che per tre giorni ospita 150 albergatori Best Western provenienti da tutta Italia riuniti per l’assemblea dei Soci.

#StayPlasticLess_-LifeGate-e-Best-Western-L’isola-della-sostenibilità-è-in-centro-a-Padova

#StayPlasticLess: LifeGate e Best Western danno vita a una nuova iniziativa ambientale per la riduzione della plastica nelle strutture alberghiere del Gruppo

Obiettivo: riduzione della plastica in hotel

Naturale evoluzione di “Stay for the Planet”

Dopo le foglioline arrivano le “onde blu” per il rating degli hotel sostenibili


Best Western Italia e LifeGate presentano #StayPlasticLess una nuova iniziativa di tutela ambientale: una sfida necessaria alla quale sono chiamati gli albergatori Best Western con l’obiettivo di ridurre l’utilizzo e il consumo di plastica all’interno delle strutture del network in Italia.

Questo nuovo progetto di LifeGate nasce infatti con l’obiettivo di supportare gli albergatori della catena Best Western Italia nel percorso di riduzione del consumo di plastica e in particolare di oggetti monouso, il cui utilizzo sta soffocando il Pianeta, completando così il progetto Stay for the Planet, progetto di sostenibilità ambientale che, forte della sua continuità nel tempo, è indice della solidità dell’impegno di Best Western verso la sostenibilità.

A dieci anni da Stay for the Planet, Best Western ancora una volta è il primo gruppo alberghiero in Italia a proporsi con un progetto di sostenibilità strutturato, con precisi obiettivi quantitativi e una significativa massa critica di hotel coinvolti. Un progetto che non solo rappresenta l’evidente conferma dell’attenzione degli hotel ma è anche un impegno preciso preso con gli ospiti che ogni giorno scelgono di soggiornare nei 170 hotel Best Western in Italia.

Il progetto #StayPlasticLess, nato dall’unione di Stay for the Planet e LifeGate PlasticLess, ha che come obiettivo primario mira a contrarre l’utilizzo di oggetti monouso e azzerare i monodose, si svilupperà in tre fasi:

EDUCATION E ACQUISTI SOSTENIBILI – Prima di tutto la formazione. Best Western metterà infatti a disposizione degli alberghi due strumenti per prepararsi alla “#StayPlasticLess Era”.

  • Il Manuale: una pubblicazione redatta in collaborazione con LifeGate che presenta linee guida, azioni concrete e suggerimenti per diventare virtuosi: riduzione di bicchieri, cannucce e bottiglie di plastica vergine, selezione delle linee cortesia e detergenti professionali.
  • Il Catalogo Acquisti – Per supportare gli hotel in questo nuovo percorso, si è reso necessario attivare una nuova procedura per gli acquisti. Per questa ragione Best Western in collaborazione con SI Hotels ha prodotto un catalogo ad hoc. Gli hotel potranno così scegliere tra stoviglie, linea cortesia, prodotti alimentari distributori di acqua, filtri per rubinetti, sacchetti e prodotti per la pulizia professionale.

RATING – Come per Stay for The Planet anche #StayPlasticLess prevede l’assegnazione di un rating. L’elemento grafico prescelto in questo caso è l’onda blu. Entro il 2019 ogni hotel sarà invitato a compilare un questionario per verificare l’impegno e le azioni intraprese in questo processo di riduzione dell’utilizzo di plastica. I risultati determineranno il rating di onde che i clienti potranno facilmente visualizzare su tutti i canali e gli strumenti di comunicazione dell’albergo.

COINVOLGIMENTO DEGLI OSPITI – Anche gli ospiti degli hotel contribuiranno a raggiungere l’obiettivo. Abituati al corretto conferimento della plastica nel quotidiano, troveranno infatti anche negli hotel Best Western le modalità per replicare i loro comportamenti virtuosi.

Saranno avviate campagne di sensibilizzazione e comunicazione per coinvolgere i clienti che, per ogni soggiorno effettuato in un hotel Best Western in Italia, contribuiranno all’acquisto di un Seabin.

La prima riguarda la partecipazione al progetto LifeGate PlasticLess con l’installazione degli innovativi dispositivi Seabin: i cestini galleggianti che, posizionati nei porti o presso gli arenili, filtrano fino 25.000 litri d’acqua all’ora e sono in grado di raccogliere fino a 500 chili di plastica in un anno tra cui microplastiche e microfibre, pari a 15.000 bottigliette di plastica da mezzo litro.

“#StayPlasticLess è un’iniziativa estremamente importante anche per il futuro dell’ospitalità. Lo è al punto da essere un progetto pensato per tutti gli hotel non solo per le strutture affiliate a Best Western” dichiara Giovanna Manzi, CEO di Best Western Italia “Abbiamo un grande obiettivo con #StayPlasticLess e per raggiungerlo abbiamo bisogno di coinvolgere i nostri ospiti, di trasformarli in ambasciatori, di far comprendere loro che trovare in camera erogatori per l’acqua anziché bottiglie di plastica o kit cortesia più sostenibili, con cotton fioc in bambù ad esempio, non significhi ottenere un servizio di qualità inferiore. In conclusione, l’impegno di ognuno sarà determinante per raggiungere questo importante risultato”.

“Siamo contenti che, a quasi un anno dal lancio del progetto LifeGate PlasticLess, che vede coinvolti oltre 70 porti in Italia, – spiega Enea Roveda, CEO di LifeGate questa iniziativa trovi un riscontro concreto anche nell’ambito alberghiero. Con #StayPlasticLess rendiamo possibile un sistema virtuoso volto alla riduzione dell’utilizzo della plastica aggiungendo un tassello importante nell’opera di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sull’impatto delle azioni quotidiane.”

abilita-best-western

Inclusive Hotel: Best Western e L’abilità insieme per l’accoglienza degli ospiti con disturbi dell’autismo

Best Western Italia in collaborazione con L’abilità Onlus presenta un progetto per rendere accessibile e inclusivo il soggiorno negli hotel del Gruppo agli ospiti con disturbo dello spettro autistico.

Inclusive Hotel è il nome dell’iniziativa nata grazie alla collaborazione e al supporto scientifico di L’abilità Onlus www.labilita.org e si propone di assicurare una dimensione pienamente positiva della permanenza in albergo alle persone con disturbo dello spettro autistico, bambini e adulti, ma anche alle loro famiglie e ai caregiver.

«Come responsabile di un’azienda mi pongo quotidianamente l’obiettivo dello sviluppo sostenibile. In questo contesto credo che una società sostenibile debba essere un sistema inclusivo dove tutti hanno l’opportunità di crescere, scoprire e viaggiare – afferma Giovanna Manzi CEO di Best Western Italia Con questa iniziativa ci poniamo un duplice obiettivo: offrire una possibilità alle famiglie che hanno abbandonato l’idea di viaggiare e formare una generazione di professionisti dell’accoglienza il più possibile inclusiva. Siamo orgogliosi di questo nuovo progetto che amplia il concetto di eccellenza dell’ospitalità e abbiamo trovato ne l’abilità il compagno di viaggio ideale per la definizione di questo progetto capace di coniugare formazione e approccio scientifico al tema.”

“L’abilità da anni lavora sul tema dell’accessibilità e dell’inclusione delle persone con disabilità per garantire loro una vita il più possibile piena e inclusiva come vuole la Convenzione Onu dei diritti delle persone con disabilità – afferma Carlo Riva direttore di L’abilità Onlus –Siamo orgogliosi di aver pensato e progettato insieme a Best Western questo progetto, e soddisfatti che una realtà tanto importante nel mondo del turismo abbia deciso di favorire l’inclusione. Per le persone con autismo e soprattutto per i loro familiari e caregiver, infatti, è molto difficile pensare a una vacanza connotata in termini di benessere: trovare spazi e ambienti che rispettino i bisogni delle persone con autismo e soprattutto personale formato adeguatamente. Si tratta di un progetto che guarda lontano nell’ambito del turismo accessibile, che permette di far vivere esperienze di tempo libero spesso difficili per le persone con autismo”.

I casi di autismo sono in aumento in tutto il mondo, in Italia gli ultimi studi evidenziano che i disturbi dello spettro autistico colpiscono 1 bambino su 100. Una delle maggiori difficoltà che comporta questo tipo di disabilità è la difficoltà di inclusione in tutti gli ambiti della vita, dal lavoro al tempo libero.

L’iniziativa del gruppo alberghiero prevede il coinvolgimento degli hotel italiani affiliati in importanti momenti di formazione,volti a fornire strumenti e know how per offrire un’ospitalità sempre attenta e dedicata ai bisogni specifici. Inoltre, si sostanzierà nella produzione di guide per una piacevole fruizione degli spazi e dei servizi degli hotel, pensate e realizzate con le linee guida dell’usabilità.

Il progetto è al momento nella sua prima fase: è infatti in pieno svolgimento la mappatura degli alberghi pilota che da subito hanno comunicato la loro piena adesione al progetto. I sopralluoghi, a cura degli operatori di L’abilità, hanno l’obiettivo di verificare la fruibilità dal punto di vista sensoriale per evidenziare e diminuire i fattori di stress (luci, colori, rumori), e convogliare in una Guida destinata agli ospiti i suggerimenti e le indicazioni per una più confortevole fruizione degli spazi.

La Guida è pensata per essere un concreto strumento in modo particolare in preparazione al soggiorno: riporterà infatti tutte le informazioni sull’hotel utili per l’ospite. Dagli spazi comuni alla sala colazioni, dalla descrizione delle camere alle facilitazioni a disposizione la guida sarà il punto di riferimento per l’ospite in albergo. Una sezione inoltre sarà dedicata alla descrizione del soggiorno in hotel con i simboli della Comunicazione Aumentativa Alternativa, dove appunto il testo alfabetico viene tradotto in simboli per una maggiore comprensione dell’esperienza che si sta vivendo.

Inoltre a disposizione dei viaggiatori verrà messo a disposizione la Sensory Box, un kit sensoriale contenente oggetti che aiutano la persona con disturbo dello spettro autistico a rilassarsi e regolarsi nel nuovo ambiente dell’hotel (cuffia antirumore, giochi e oggetti in diversi materiali).

Inclusive Hotel ha già raccolto l’adesione di alcune strutture alberghiere: a Milano,Best Western Hotel Major, Best Western Hotel Madison, Best Western Hotel Antares Concorde 

a Roma Best Western Hotel President, Best Western Premier Hotel Royal Santina e Best Western Plus Hotel Universo.

L’obiettivo è essere operativi a breve ed estendere l’iniziativa a tutti gli hotel del Gruppo entro il 2019. Una sezione del sito bestwestern.it sarà poi dedicata alla ricerca e alla prenotazione degli hotel inclusivi.

best-western-worldhotels

Best Western Hotels and Resorts acquisisce WorldHotels, brand internazionale di strutture upper-upscale e luxury

Ora Best Western vanta un ricco portfolio di brand e copre tutti i segmenti dell’hotellerie 

Best Western® Hotels & Resorts annuncia l’acquisizione del noto brand alberghiero internazionale WorldHotelsTM che vanta un portfolio di 300 hotel e resorts unici, situati nelle principali destinazioni di tutto il mondo. 

“C’è una straordinaria sinergia tra Best Western e WorldHotels. Unendo le forze in questa nuova partnership, svilupperemo un vantaggio competitivo per entrambe le aziende,” afferma David Kong, Presidente e CEO di Best Western Hotels & Resorts. “Ho la massima considerazione per WorldHotels e credo nel suo immenso potenziale.” 

L’acquisizione è stata completata la settimana scorsa. Il brand WorldHotels avrà un ruolo fondamentale nell’arricchimento dell’offerta del portfolio Best Western, grazie all’integrazione di nuovi segmenti upper-upscale e luxury

WorldHotels manterrà la sua personalità distintiva e la sua individualità, beneficiando di una piattaforma di E-Commerce solida e scalabile, di partnership globali, del programma di loyalty pluripremiato, del supporto efficace di sales e marketing, di un network di distribuzione globale e di efficaci strumenti di revenue. 

“Best Western è uno dei brand alberghieri più grandi, più rispettati e più fidati,” afferma Geoff Andrew, CEO di WorldHotels. “La nostra unione e la forza dei nostri brand insieme creerà un futuro brillante sia per Best Western sia per WorldHotels. Grazie alle elevate competenze del team e alla presenza su tutti i mercati, Best Western porta in dote un nuovo livello di expertise che di certo aiuterà il brand WorldHotels a crescere nei principali mercati.”  

Negli ultimi anni, Best Western ha attraversato un periodo di incredibile cambiamento. Solo nell’ultimo anno Best Western è stata nominata una delle aziende più innovative da Fast Company, ha ampliato il suo portfolio a 13 brand dinamici, raggiungendo nuove tipologie di ospiti in nuovi segmenti. Infine, si è aggiudicato un numero significativo di premi del settore. L’acquisizione testimonia la crescita, la modernizzazione ed il progresso continuo di Best Western, rafforzando il posizionamento dell’azienda come leader riconosciuto nell’hotellerie a livello internazionale.  

“Nei prossimi mesi, ci focalizzeremo sul potenziale di WorldHotels, rafforzando i ricavi degli alberghi, proteggendo la loro indipendenza. Crediamo fermamente che la nostra piattaforma e i nostri strumenti di revenue porteranno beneficio a WorldHotels e attrarranno molte più strutture indipendenti e di qualità. Siamo lieti che Geoff Andrew rimarrà CEO di WorldHotels per il prossimo futuro.” conclude David Kong.